Quotidiano on line - News - Inchieste - Rassegna Stampa - Photoreportage

Home Chi sono E-Mail Archivio news Sentenze Mondo News Cronaca da Messina e dintorni Inchieste    Reportage
Commenti e appelli Diario Mondo Africa Periferie Culture Agenda & Consigli Fotografie Video








?>


Messina: Morto durante trasfusione. Oggi il gup Maria Teresa Arena ha deciso un patteggiamento, due rinvii a giudizio ed un proscioglimento


Fu ricoverato al Papardo per un intervento di routine ma morì a causa di un tragico scambio di sacche di sangue durante una trasfusione. Dopo la denuncia dei familiari scattò l’inchiesta giudiziaria. Oggi il gup Maria Teresa Arena ha deciso un patteggiamento, due rinvii a giudizio ed un proscioglimento. E’ stata l’infermiera Maria Emanuela Civiletti, 52 anni a patteggiare un anno ed otto mesi di reclusione. La donna è ritenuta la responsabile involontaria dello scambio di sacche che ha ...
Rassegna web - Messina: Corsi d'oro, parlano i consulenti degli imputati. Forniture a prezzi congrui


Alessandra Serio - tempostretto.it - E' durata poco l'udienza di oggi di Corsi d'oro I, il processo ai primi protagonisti dell'inchiesta sulla formazione professionale messinese, quelli arrestati nel luglio del 2013. In un'oretta di dibattimento, il PM Fabrizio Monaco che reggeva l'accusa ha interrogato i consulenti dei difensori. Al banco, un esperto incaricato dall'ente Lumen ed un altro collega nominato dai difensori. Hanno ...
BARCELLONA: Processo Gotha 3, dura condanna per il tecnico Ravidà


da Carmelo Amato - http://www.strettoweb.com - Il collegio giudicante del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, composto dal presidente Celi e dai consiglieri Processo e Gugliotta, ha stabilito una condanna ed una assoluzione nell’ambito del processo Ghotha3, l’operazione scattata il 24 luglio del 2012 ed eseguita dai carabinieri del Ros. Le indagini consentirono di tessere la tela sugli strettissimi rapporti di collaborazione fra le mafie di Messina...

 

Barcellona, processo Last Orange: aperta fase istruttoria. Prossima udienza l’8 giugno

Carmelo Amato - http://www.strettoweb.com - E’ iniziata stamane avanti al Giudice Monocratico del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Dr.ssa Maria Celi, P.M. Dr. Sozio, l’assunzione delle prove ammesse nell’ambito del procedimento relativo all’operazione denominata Last Orange, scattata all’alba del 17 aprile 2014 e che, in questa fase, vede coinvolti oltre alla società di Terme Vigliatore Transport Line Soc. Coop. anche l’imprenditore di ...
MESSINA, A LARGO DI PARADISO L'ALTINIA CARICA DI CINGOLATI. UN MERCANTILE UTILIZZATO PER IL TRASPORTO DI MUNIZIONI NEI PRINCIPALI SCACCHIERI DI GUERRA INTERNAZIONALI: Ancora una carretta del mare per il trasporto armi nello Stretto di Messina





...
MESSINA: Morto il giornalista Gino Mauro. E' deceduto nella notte. Da qualche giorno era ricoverato in ospedale



E' morto nella notte, stroncato da un infarto, l'ex capo ufficio stampa della Provincia di messina, Gino Mauro (nella foto di Enrico Di Giacomo). Da qualche settimana era ricoverato in ospedale p...

Reggio: Inchiesta “Crimine”, maxi-archiviazione. Già sotto processo 19 persone, 4 i deceduti, mentre per 146 è crollata l’accusa di associazione mafiosa

Archiviate le posizioni di 169 indagati nell’ambito dell’operazione “Crimine” . Il gip di Reggio, Silvana Grasso, in accoglimento di una richiesta avanzata dalla Dda, ha disposto l’archiviazione «del procedimento e la restituzione degli atti al pm» nei confronti del consistente gruppo di indagati, per i quali «non sono emersi elementi idonei a sostenere l’accusa per il reato associativo». A firmare la richiesta di archiviazione, per conto della Dda di Reggio Calabria, i procuratori aggiunti Michele Prestipino e Nicola Gratteri, i sostituti Antonio De Bernardo, Giovanni Musarò e Maria Luisa Miranda.

Elenco completo delle posizioni archiviate
Alvaro Domenico Sinopoli 5.12.1924
Alvaro Francesco Sinopoli17.10.1939
Alviano Giuseppe Taurianova 7.10.1975
Amato Mario Reggio Calabria12.1.1963
Andrianò Giuseppe Grotteria 2.3.1948
Arena Domenico Rosarno15.4.1954
Ascone Rocco Rosarno 13.7.1953
Barbaro Marianna Platì 4.4.1967
Beccari Diego Moncalieri 10.2.1980
Bevilacqua Enzo Reggio Calabria 6.2.1973
Boccucci Ernesto G. Marina di G. I. 25.4.1965
Brignoli Ettore Castelli Calepio 4.5.1945
Bumbaca Antonella Locri 16.9.1964
Cacciola Salvatore Rosarno 25.5.1958
Cannatà Antonino Rosarno 7.3.1948
Capozza Vincenzo Locri 19.8.1957
Carbone Domenico Locri 28.8.1986
Carbone Sebastiano Locri 5.6.1988
Carlino Domenico Ventimiglia 1.9.1959
Cartisano Adolfo Reggio Calabria 15.2.1953
Cascino Cesare Palermo 29.1.1950
Caserta Domenico Reggio Calabria 5.2.1933
Cavallaro Romeo C. Svizzera 23.10.1973
Cerri Antonio Collecchio 10.12.1972
Cidoni Bruno Melito P.S. 4.1.1974
Coluccio Giuseppe Marina di G.I. 12.4.1967
Coluccio Salvatore Marina di G.I. 5.9.1967
Condino Antonio Siderno 16.6.1952
Condino Domenico Siderno 4.1.1952
Condino Francesco Siderno 10.3.1958
Condino Vincenzo Siderno 24.1.1947
Condidorio Arcangelo Reggio C. 1.8.1942
Costa Rosario Melicucco 24.11.1973
Cuppari Francesco A. Anoia 6.3.1957
Cuscunà Alessandra Locri 11.9.1989
Cuscunà Giuseppe Bovalino 3.5.1957
Cuscunà Ines Locri 6.2.1976
Cuscunà Paolo Careri 20.3.1953
D’Elia Paolo Seminara 12.6.1929
Di Masi Carmelo Caulonia 5.10.1955
Dominello Saverio Rosarno 24.1.1955
Elomari Hamid Algeria 1.10.1974
Emanuele Alberto Mongiana 11.8.1955
Etreni Cosimo Siderno 28.4.1937
Facchineri Giuseppe Cittanova 16.10.1970
Ferraro Francesco Domodossola 10.5.1965
Ferraro Giuseppe A. Rosarno 3.10.1971
Ficara Giovanni Reggio Calabria 5.7.1964
Filippone Francesco Melicucco 10.8.1980
Filippone Giuseppe Melicucco 24.6.2009
Franzè Marcello Fabrizia 27.3.1973
Franzè Pietro Germania 22.10.1990
Furfaro Giuseppe Taurianova 21.3.1961
Gattuso Bruno Motta S.Giovanni 5.11.1947
Gattuso Demetrio Reggio Calabria 8.10.1957
Gattuso Francesco Motta S. Giovanni 5.6.1964
Gaudio Luigi Cosenza 14.1.1954
Geraci Arcangelo G. Cittanova 24.6.1949
Giampaolo Antonino San Luca 31.12.1966
Giampaolo Maria San Luca 3.8.1950
Giampaolo Sebastiano San Luca 5.10.1948
Glicora Leo Africo 11.5.1951
Glicora Rocco Melito P.S. 26.3.1971
Grosso Salvatore Belvedere M. 22.2.1973
Gullì Giacinto Motta S.Giovanni 6.5.1956
Iaropoli Rocco Rosarno 17.10.1934
Ielo Francesco Reggio Calabria 19.6.1953
Imbesi Carmelo Barcellona P.G. 26.1.1966
Imbesi Salvatore Barcellona P.G. 28.6.1973
Iofrida Giuseppe Bianco 10.5.1945
Italiano Giuseppantonio Delianuova 21.6.1931
Latella Antonino Reggio Calabria 2.3.1949
Lemma Antonio 1.8.1986
Leuzzo Giuseppe Reggio Calabria 14.1.1976
Logozzo Maurizio Toronto 3.3.1970
Lombardo Girolamo Polistena 29.8.1962
Lombardo Vincenzo Rosarno 29.1.1969
Modafferi Domenico Oppido Mam. 13.9.1969
Magnis Salvatore Palermo 31.5.1955
Malvaso Domenico Rosarno 17.3.1980
Mandaglio Antonio Giffone 24.9.1947
Marino Fortunato Reggio Calabria 15.4.1963
Martino Domenico A. Oppido Mam.
Marvelli Paolo Soriano Calabro 16.9.1988
Marzano Vincenzo Bovalino 11.6.1983
Masseo Giuseppe S. Eufemia Aspr. 15.9.1943
Maviglia Francesca Reggio Cal.30.9.1958
Mazzù Saverio Oppido Mamertina 14.3.1966
Megale Pietro Reggio Calabria 27.1.1971
Melis Giuseppe Locri 27.3.1961
Minniti Francesco Reggio Calabria 26.8.1985
Minnella Rocco Siderno 11.1.1952
Minnella Vito Siderno 23.5.1949
Misiti Massimo Gioia Tauro 2.11.1979
Mollica Domenico A. Melito P.Salvo 4.4.1958
Morabito Bruno Africo 1.4.1941
Morabito Domenico Cardato 14.11.1975
Morabito Domenico Locri 6.9.1980
Morabito Rocco Bova Marina 23.11.1960
Morello Francesco Reggio Calabria 7.9.1969
Muià Francesco Rosarno 5.12.1955
Napoli Luigi Cinquefrondi 23.11.1980
Napoli Carmine S.Eufemia Aspr. 5.11.1955
Napoli Francesco S. Melicucco 16.12.1951
Napoli Salvatore Taurianova 7.4.1967
Napolitano Cesare Caulonia 4.5.1924
Nesci Maria Catena S.P. di Carità 30.7.1944
Nucera Domenico Reggio Calabria 1.6.1981
Oppedisano Domenicantonio Dinami 15.7.1931
Oppedisano Giuseppe Monsoreto 19.12.1958
Oppedisano Michele Cinquefrondi 28.1.1983
Oppedisano Michele Rosarno 7.1.1969
Paladino Antonio Cinquefrondi 16.7.1982
Palamara Santo Locri 5.11.1984
Panetta Pietro F. 28.10.1953
Paolillo Salvatore Rosarno 18.7.1976
Papalia Francesco Seminara 24.5.1949
Papalia Giovanni Seminara 9.5.1957
Papalia Pasquale Platì 14.1.1979
Paviglianiti Leandro Reggio Cal. 23.9.1951
Pelle Antonio San Luca 1.3.1932
Pelle Antonio Locri 4.3.1987
Pelle Antoni Locri 11.3.1986
Pelle Francesco Locri 24.2.1991
Pelle Giuseppe Locri 14.7.1982
Pelle Giuseppe San Luca 20.8.1960
Pelle Maria San Luca 18.5.1977
Perrone Luigi Cosenza 10.6.1956
Piottanti Romano Monterotondo 20.3.1966
Pipicella Giuseppe Locri 20.5.1983
Renda Francesco Lamezia Terme 6.7.1977
Riggio Carmelo Melito Porto Salvo 2.4.1961
Romeo Antonio Locri 5.8.1986
Romeo Domenico P. Casignana 21.2.1936
Romeo Giuseppe Benestare 23.12.1962
Rositano Vincenzo Sinopoli 7.2.1950
Sacco Pasquale Benestare 18.10.1952
Sainato Francesco Siderno 24.6.1986
Saraco Vincenzo Locri 1.1.1975
Scalia Giuseppe Careri 8.6.1969
Scarfò Gianluca Cinquefrondi 9.1.1983
Scrugli Francesco Vibo Valentia 2.4.1966
Seminara Rosario Catania 14.6.1974
Sergio Cristian Polistena 17.5.1982
Serraino Domenico Cardato 8.1.1945
Serranò Antonino Reggio Calabria 20.3.1977
Servidio Cantigno Scalea 6.1.1967
Sferrazza Luigi Caltanissetta 24.11.1962
Spagnolo Daniele Gioiosa Ionica 23.9.1968
Strangio Domenico Careri 10.10.1970
Strangio Giuseppe San Luca 27.6.1956
Timpano Salvatore Grotteria 19.4.1970
Timpano Salvatore Rosarno 19.10.1938
Trimboli Domenico Alessandria 31.3.1986
Trimboli Salvatore Buenos Aires 14.5.1959
Tripodi Costantino Cinquefrondi 19.11.1945
Triscari Calogero Cesarò 28.7.1960
Ursino Antonio Gioiosa Ionica 8.11.1949
Ursino Rocco Gioia Tauro 23.12.1985
Vadalà Sebastiano Melito P. S. 20.3.1977
Valenti Antonino V. Reggio Cal.28.10.1966
Valenti Antonio M. Gela 15.11.1960
Vallelonga Damiano Nardodipace 17.5.1961
Varca Pasquale Isola C. Rizzuto 11.12.1963
Verduci Carmine Oppido Mam. 12.5.1957
Versace Domenico Sinopoli 1.1.1970
Verterame Carmine Isola C. Rizzuto 12.1.1971
Zappia Leo 28.9.1957
Zumbo Giovanni Reggio Calabria 1.1.1953

SANT’AGATA MILITELLO: Delitto Vinci, «coltellata fatale». La morte è attribuibile al colpo in pieno torace inferto dall’ex fidanzata

Sarebbe stata fatale per Benedetto Vinci la coltellata infertagli in pieno torace la notte del 4 marzo scorso dall’allora fidanzata Francesca Picilli. È il responso dell’autopsia eseguita sul cadavere del venticinquenne santagatese dalla dottoressa Francesca Trio, consulente tecnico nominato dalla procura della Repubblica di Patti. Il medico legale ha depositato, sette mesi dopo, il verbale dell’autopsia eseguita il 20 marzo, disposta dal sostituto procuratore Francesca Bonazinga per accertare appunto l’eventuale nesso di causalità tra la coltellata inferta dalla Picilli e la morte di Benedetto Vinci, avvenuta all’alba del 14 marzo, dieci giorni più tardi. Secondo quanto scritto nel verbale autoptico, l’evento morte, ad avviso della dottoressa Trio, andrebbe ricondotto esclusivamente alla coltellata ricevuta dalla vittima ed alla ferita procurata dalla lama del coltello a serramanico. Per quell’e p isodio la ventisettenne santagatese venne subito arrestata, rimanendo agli arresti domiciliari fino al 6 agosto, quando il gip, ritenendo cessate le esigenze cautelari, dispose il ritorno in libertà con obbligo di dimora.

Iran: Identificata messinese uccisa in uno scontro. Si tratterebbe della dottoressa Giusy Ingegneri che era a Khorramabad con il marito

Dalla Farnesina nessuna conferma ufficiale. Ma ormai sembra certa l’identità della messinese di 49 anni che ha perso la vita in un sobborgo di Khorramabad, nella regione del Lorestan, in Iran, durante un conflitto a fuoco tra gruppi rivali. Si tratta di Giuseppina Ingegneri, sposata all’i n g egnere iraniano Mohammed Ahmiri. A Messina era conosciuta come una persona tranquilla, molto riservata. Il ritratto fatto dai vicini di casa è quello di una coppia unita, “normale”, appassionata di viaggi e senza “scheletri nell’armadio”. Fonti non ufficiali, nelle ore successive allo scontro a fuoco, avevano ritratto la donna e il marito come possibili appartenenti ai servizi segreti. Una pista che chi conosceva la dottoressa messinese (era laureata in Medicina) tende a scartare. Era residente da diversi anni in via del Santo, nel palazzo che si trova proprio di fronte all’ex cinema “Golden”. Giusy Ingegneri, che era originaria della provincia, aveva perso la mamma da poco più di un anno e mezzo e in città non aveva più parenti. Viene descritta come una persona gentile, di grande cultura, cattolica praticante. da Gds

POLICLINICO MESSINA: Morte anziana, rinvio a giudizio per il medico anestesista Maria De Pasquale e per il medico chirurgo Antonio Orazio Ciccolo

Dopo quasi tre anni scatta il rinvio a giudizio per due medici del reparto di Chirurgia Generale del Policlinico nell’inchiesta sulla morte della ottantenne Liliana Venuto che risale al 18 dicembre 2009. Il giudice dell’udienza preliminare Antonino Genovese ha disposto il giudizio per il medico anestesista Maria De Pasquale, 55 anni e per il medico chirurgo Antonio Orazio Ciccolo, 66 anni che dovranno rispondere di omicidio colposo. La Venuto era stata ricoverata e sottoposta ad intervento chirurgico per la rimozione di un nodulo mammario. Ma durante l’intubazione si verificarono dei problemi ed è stato necessario effettuare una tracheotomia per ossigenarla. Quando le sue condizioni si aggravarono l’anziana fu trasferita nel reparto di Rianimazione dove poi morì. Secondo l’accusa la Dr.ssa De Pasquale, dopo aver fallito 3 tentativi di intubazione e constatata la presenza di un edema della glottide, dapprima ometteva di praticare alla paziente una puntura cricotirodea e ritardava l’intervento di tracheotomia segnalandone con ritardo la necessità mentre il dottor Ciccolo, medico chirurgo in sala operatoria, non provvedeva, apprese le gravi condizioni della Signora Venuto, ad eseguire immediatamente l’intervento. Inoltre sarebbe stato eseguito un intervento chirurgico di quadrantectomia non proporzionato con le condizioni cliniche dell’anziana. Al rinvio a giudizio si è giunti dopo una precedente richiesta d’archiviazione rigettata dal gip. L’accusa è stata poi sostenuta dal sostituto procuratore Giorgianni ed in udienza dal PM Roberta La Speme .

Incendio in appartamento a Milazzo, morti due anziani coniugi

Due anziani coniugi residenti sono stati trovati morti dai parenti in via della Concordia. Entrambi si trovavano entrambi nel letto. Sarebbero stati uccisi dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionatesi dalla cappa della cucina, dove a quanto pare si è registrato un corto circuito in piena notte. Le vittime sono Giovanni Scolaro, 79 anni, e Michela Grassi, 76. Marito e moglie sarebbero morti nel sonno soffocati dal monossido di carbonio. L’allarme è stato lanciato dai nipoti che verso le 9,30, non vedendoli, sono andati a cercarli a casa. Era loro abitudine, la mattina, alzarsi all’alba per andare in campagna dove curavano un orto.

MESSINA: Campanile Duomo, cade bandiera in ferro. Sfiorata una strage

Poco prima delle due della notte è precipitata dal punto più alto del campanile sui tavoli del ritrovo “La dolce vita”. Fino a qualche minuto prima decine di giovani, come ogni venerdì, frequentavano il noto locale. I vigili del fuoco hanno transennato l’area e controllato le altre 4 bandiere in ferro. Campanile Duomo, cade bandiera in ferro. Sfiorata una strage.

L’APPUNTAMENTO: Franco Barbero sarà a Messina il 29 ottobre alle ore 17:30 ospite de LaFeltrinelli point

Franco Barbero Messina

Mentre la chiesa cattolica, per ricordare i 50 dall’inizio del Concilio Vaticano II, celebra l’”Anno della fede”, sembra utile dare la parola a figure che da quell’avvenimento trassero ispirazione per una chiesa davvero rinnovata, andando incontro a resistenze ed esiti non sempre prevedibili. Don Franco Barbero (nato a Savigliano, CN, nel 1939 – ordinato sacerdote nel 1963) è uno di questi protagonisti del dopo-Concilio in Italia. Impegnato nel “Movimento delle Comunità di Base”, autore di diversi volumi e innumerevoli articoli, ha sempre dedicato studi e fatiche ad alcuni punti controversi della disciplina ecclesiastica: matrimonio dei divorziati, celibato dei preti, posto dei laici nella chiesa, teologie femministe, mondo dell’omosessualità, profezia e Parola nella chiesa. È stato “ridotto allo stato laicale” da Giovanni Paolo II e Ratzinger nel gennaio 2003. Dei suoi libri ricordiamo “Il dono dello smarrimento” e “L’ultima ruota del carro”. Di lui, tra gli altri, hanno scritto Corrado Zunino (”Preti contro”) e Pasquale Quaranta (“Omosessualità e Vangelo”). Franco Barbero sarà a Messina il 29 ottobre alle ore 17:30, ospite de LaFeltrinelli point in via Ghibellina 32.

video
Il treno del ferro


Voci nel fango